U12: NOI CI SIAMO

Quando un gruppo lavora unito, il trasferimento delle competenze risulta più semplice e il maggior beneficio che se ne trae è l’autostima.
Per il raggruppamento di Gubbio gli educatori avevano selezionato un mix di atleti che davano esperienza e struttura alla squadra, ponendoli al fianco di chi aveva meno minuti di gioco nelle gambe e maggior bisogno di verificare quanto fatto in allenamento.
In tutte le partite svolte, il modello di gioco ha creato opportunità in attacco e in difesa a tutti i 14 giocatori e giocatrici dando loro modo di raggiungere gli obiettivi di giornata.
Nella prima partita con il Foligno Rugby, l’under 12 del Rugby Perugia Junior pur subendo una meta, non s è scomposta e ha continuato a credere nelle proprie potenzialità segnando numerose mete nei due tempi di gioco. Nella partita successiva, prestando due giocatori all’altra compagine perugina per raggiungere il numero minimo di giocatori in campo, i nostri hanno conseguito facilmente l’obiettivo di salvaguardare la propria area di meta con una accorta e organizzata linea difensiva segnando ben 8 mete all’attivo in 15 minuti.
Bella invece la partita successiva con i padroni di casa del Rugby Gubbio che ha avuto momenti a cavallo dei due tempi di buon sano agonismo capace di scaldare (ma il sole aveva già provveduto) la tifoseria. Anche in questo caso difesa imbattuta e maggiore coinvolgimento totale.
Nell’ultimo incontro di giornata con la formazione mista di Orvieto e Città di Castello, la stanchezza ha iniziato a farsi sentire e le maglie si sono allargate consentendo agli avversari di marcare 2 mete.
Recuperando le ultime energie la formazione del Rugby Perugia Junior si è però riscattata recuperando e vincendo l’incontro con 2 mete di scarto.
Plauso particolare a Tommy che ha esordito e riportato a casa un gigantesco sorriso ripetendo a tutti “Che squadra che siamo!”, … che vogliamo essere Tommy, che vogliamo essere ….