U12: corrente alternata

Le due formazioni presentate ad Arezzo hanno capito subito che qualcosa non sarebbe andato bene come di solito; alcuni giocatori che risultavano correttamente iscritti per il Torneo Serboli, per varie ragioni, non si sono presentati e questo ha indubbiamente inciso sugli equilibri che le squadre avrebbero dovuto avere.
Ma il rugby va avanti lo stesso, la meta è sempre oltre le difficoltà che si frappongono innanzi.
Divisi nei due gironi, nella mattinata che ha portato un caldo sole primaverile, i giocatori si sono impegnati accendendo ad intermittenza l’interruttore del gioco.
La squadra, seguita in questa occasione da Jacopo, ha incontrato la formazione degli Amatori Prato perdendo per 3 mete a 0 l’incontro iniziale, bissando poco dopo la sconfitta con la finalista Livorno per 5 mete a 0. L’interruttore si è poi acceso con il Vasari/Clanis vincendo per 9 mete a 0, ritornando poi ad uno stato di penombra con il Primavera perdendo per 3 mete a 0.
Nelle fasi finali, si è svolta una “rievocazione” dei concentramenti regionali umbri, incontrando il Città di Castello battuto per 3 mete a 0 e di seguito il Gubbio battuto per 4 mete a 2. Questa squadra si è classificata al 13esimo posto.

L’altra formazione, seguita da Paola, ha iniziato il proprio percorso nel torneo giocando con Fiumicino e con Crete Senesi vincendo entrambi gli incontri rispettivamente per 4 a 1 e per 6 mete a 1. Battuta di arresto invece con il Gispi (0-3) che di fatto preclude l’accesso alle semifinali. L’ultimo incontro del girone eliminatorio si conclude con la vittoria sul Nuova Salario per 7 mete a 1.
Il 12 perugino si trova quindi a giocare per i posti dal quinto all’ottavo e dopo aver vinto con una partita ben condotta sul Cus Roma con il risultato di 3 mete a 1, l’interruttore si spegne nell’ultimo incontro perso con gli Amatori Prato (1-3).
Questa formazione ha ottenuto la sesta posizione in classifica generale di categoria.

Due facce della stessa medaglia quindi per un gruppo che denota ancora una discontinuità e scarsa capacità di elevare con costanza il proprio livello. Si prospetta molto lavoro da fare negli allenamenti che si intervallano tra i tanti appuntamenti che sono stati messi in calendario.

Rugby Perugia Junior: Barbadori, Bendini, Bevagna, Bizzarri, Busani, Casagrande, Cintioli, Cipollini, Cipriani, Crotti, Gasperini, Mariucci, Minelli, Morales, Nataletti, Natalini, Palugini, Paparelli, Presciutti, Pugliese, Rinaldi, Rossi, Ruisi, Santini, Seppoloni, Vitali.
All.ri: Ignozza, Marcacci