U10: TOPOLINO n. 33

I grandi della categoria under 10 sono partiti il venerdì pomeriggio per la trasferta più lunga dell’anno e la più attesa per partecipare al Trofeo Topolino di Treviso.
Quando partecipi al Topolino sai che affronterai grandi squadre dai nomi storici del rugby e di tante sfide che negli anni si sono succedute. Nei ragazzi il ricordo di incontri già fatti nelle passate stagioni, in altre categorie, è il modo per giungere al confronto ricercando la sfida anche con chi non vedi da diversi anni ma del quale ricordi mosse e movenze. La sfida nella sfida, chiedendosi chi sarà cresciuto di più.
Il primo giorno ci trova pronti ad affrontare il Selvazzano B che viene battuto per 8 mete a 0 con una partita fatta di concretezza e ottimo spirito di gioco. Passata l’ora di gioco che ci separa dalla sfida con l’Appia, i nostri ritornano in campo con spirito meno battagliero e complice anche la buona prestazione difensiva dei laziali, il risultato si fissa sul 3 a 0 per noi.
Ma la sfida vera che determinerà poi il piazzamento finale è quella con il CUS Milano B, squadra con forte personalità e competenze nei propri giocatori che ci mette in difficoltà con un eccellente gioco tattico al piede e grande presenza difensiva. I perugini lottano come leoni, mai domi perchè sanno della posta in palio ma il risultato di 4 a 1 per i milanesi non lascia dubbi e la nostra sarà una delle poche mete subite dai vincitori del Topolino.
La sconfitta brucia ma fa parte della vita di un rugbysta e dopo 10 minuti di sconforto, stimolati dai genitori, la squadra si ricompatta e si pone un nuovo obiettivo, essere la migliore delle seconde.
Il pomeriggio affrontiamo Scuola R. Dosson Casier “B” vincendo per 5 mete a 1 nonostante i continui calci di liberazione da parte degli avversari che però non mettono in difficoltà la nostra retrovia sempre pronta a riattaccare. La sfida successiva con Varese Rugby vede crescere maggiormente il livello di gioco della nostra formazione che si impone per 9 mete a 0. L’ultima partita della giornata è con il Valpolicella A che ci vede primeggiare con 4 mete a 1.
Il giorno successivo, dopo aver conosciuto le hostess del Topolino ed aver ricevuto da ognuna di esse un bacio augurale, il Rugby Perugia Junior incontrava Elephant Rugby imponendosi per 2 mete a 0 raccogliendo forse meno rispetto al gran lavoro espresso in attacco. La sfida successiva è stata quella che ha regalato più emozioni, al cospetto di un ben strutturato Asolo Rugby, passati in svantaggio di una meta, i nostri, capitanati nella giornata da Valentina C., si sono gettati a ridosso della linea di meta avversaria senza riuscire a superarla. Da una punizione sulla destra, il capitano si prende la responsabilità di aggirare il muro difensivo e schiaccia quindi in meta per il pareggio. Ora sono i veneti ad attaccare per cercare la vittoria ma Perugia resiste e su un contrattacco Alessandro S. riesce a scardinare le tenaglie difensive ed involarsi in meta per il meritato successo per 2 a 1.
La partita finale vinat 5 a 0 con Jesolo Rugby non lascia dubbi sulla volontà di tutta la squadra rispetto all’obiettivo e schierando chi aveva giocato meno minuti sino a quel momento, dimostra che raggiungere il 33esimo posto ex-equo su 128 partecipanti ti toglie quell’amaro in bocca che l’unica sconfitta voleva lasciarti.

Rugby Perugia Junior: Bellini, Biba, Carciani, Cirimbilli, Filippini, Fioretti, Genovesi, Kanezaki, Patumi, Pencelli, Sartor, Serafin, Straccali.
Educatore: Barbadori