RPJ: MEMORABILI

Ci sono dei momenti che il tempo rende indelebili.
I ricordi del Città di Treviso 2019 si uniranno a quelli di questa stagione che ha visto le diverse categorie del Rugby Perugia Junior riportare dai diversi campi di gioco, trofei e soddisfazioni.
Il tempo fatto di sole e pioggia incontrato a Treviso non hanno fermato la voglia di giocare ma anzi l’hanno esaltata.
Dopo i secondi posti del 2009 e del 2016, il Rugby Perugia Junior piazza un’altra formazione sul podio di Treviso e, assieme ai risultati delle altre categorie, testimonia come la crescita del club sia costante in numeri di praticanti e risultati.

U6: TERZI A TREVISO

In quanti si gioca in U6? In cinque? Beh, noi andiamo in 6!
Quante squadre ci sono U6 a Treviso? Sessanta? Beh, noi arriviamo TERZI.
Solo un gruppetto di ragazzini (cinque maschi e una femmina) poteva essere così incosciente di prendere scarpette e zainetto e provare l’avventura.
Certo i risultati ottenuti durante l’anno facevano ben sperare in un torneo vissuto da protagonisti ma non si pensava a tanto.
Ma la storia la fanno gli eroi sul campo che alla fine sono sempre quelli che vedono una prospettiva differente, inconsapevolmente vera.
Giocare a rugby in under 6 è giocare con altre maglie colorate che si schierano davanti, senza sapere se il tal club ha una storia di successi o meno. Magari ti ricordi di averli incontrati a Parma e la voglia di confrontarsi ancora ti viene in mente al primo schieramento ma poi al fischio la giostra gira e lo spettacolo inizia.
Fuori dal campo i genitori fanno una cura intensiva di emozioni ad ogni partita e si attende solo il fischio finale per potersi gustare un abbraccio o uno sguardo che parla ogni volta di crescita.
Nelle 7 partite del sabato i 6 folletti hanno segnato 45 mete (più di tutti nella giornata) chiudendo a punteggio pieno il girone.
Nelle partite di domenica non sono bastate le due vittorie per accedere alla finalissima ma arrivare al terzo posto con il contributo fondamentale di Castalia significa aver capito quanto è bello giocare a rugby!
Ben fatto under 6!

U8: ARGUZIA CERCASI

I 10 giocatori del Rugby Perugia Junior che hanno affrontato la trasferta di Treviso sono tornati con uno zaino carico di vestiti zuppi di fango, terra sotto le scarpe da gioco e una immensa dose di esperienza positiva.
Ripercorrendo il percorso al contrario, ci piace ricordare che la loro voglia di giocare non era ancora esaurita nemmeno quando il torneo era finito e alla richiesta del Rufus Rugby di fare una partita per decidere che sarebbe stato 21esimo, non si sono tirati indietro, anzi sono andati a vincere convinti e felici.
Il sabato il girone fatto di sette incontri, ha visto i nostri giocare con ottima predisposizione offensiva e difensiva in tutti gli incontri,
Quello che è mancato, forse, è un po’ di malizia nel saper leggere le arguzie che fanno parte del gioco, che magari non ti aspetti. Sono poi questi momenti che ti fanno crescere anche di più e la prossima volta saranno loro a fregiarsi del gusto che ne consegue.
La partita più bella è stata quella con la Benetton, persa 2 a 0, che va ricordata come la classica sconfitta che ti rende fiero di averla combattuta, persa ma combattuta e quando esci dal campo così … hai vinto!

U10: TUTTO TUTTI

Felici e infangati, stanchi e contenti di aver dare tutto.. Così i bambini alla fine di uno dei tornei più grandi d’Italia!
L’under 10 biancorossa ha partecipato all’importante torneo di Treviso con 24 giocatori divisi in 2 squadre.
La voglia di dimostrare i progressi effettuati ed il voler stare insieme si è fatta notare partita dopo partita, in tutte le intense giornate del torneo. Proprio grazie a questa voglia la squadra composta dai bambini più grandi si è posizionata al quattordicesimo posto, migliorando il risultato dell’anno precedente. Mentre la vittoria più grande per i bambini in maglia bianca resta l’aver dato il massimo in ogni singola partita ed essersi spinti oltre i loro limiti.
Un grande ringraziamento va ai genitori che hanno donato il proprio preziosissimo aiuto, supportando il team con tè caldo, barrette energetiche, tifo, amore e sempre presenti e pronti a tifare per l’under 10 del Rugby Perugia Junior!
I tre educatori sono pienamente soddisfatti della crescita del bellissimo gruppo in cui ognuno vuole dare il proprio massimo per se stesso e per la propria squadra.
Ora lo sguardo va a domenica prossima per il torneo “Città di Perugia”, altro grande appuntamento di confronto rugbistico importantissimo.

U12: A TESTA ALTA

Gli educatori della categoria dei più grandi avevano programmato un percorso di crescita su diversi ambiti per i tornei di fine stagione. Si volevano superare alcuni cali di tensione che si notavano nelle partite.
La ricetta seguita è stata quella di fare gruppo, di stimolare all’incontro verso l’altro e di migliorare l’attitudine al sacrificio e alla sfida contro i propri limiti.
Apericena e allenamenti differenziati avevano un loro scopo preciso. Il clima alla partenza e durante il viaggio era buono e scesi dall’autobus prima di entrare in albergo sono stati posti gli obiettivi da raggiungere. Il gruppo era pronto.
Il sabato abbiamo affrontato squadre blasonate, altre conosciute e altre delle incognite che complessivamente hanno reso il girone lungo e faticoso. Le nove partite da fare andavano gestite con attenzione.
La prima partita con il Villa Pamphili è scivolata via bene e il risultato ci è stato favorevole per 4 mete a 0. Nella partita con il Mogliano il livello si è subito alzato e i nostri hanno combattuto benissimo pur uscendo sconfitti per 2 a 1. Solo due sviste difensive hanno rotto l’equilibrio che i nostri avevano saputo creare e la meta di riscossa non è bastata.
Il girone ha continuato a dare risultati alterni e la lotta per la seconda piazza poteva essere risolta solo con un cammino pressoché impeccabile. Un pareggio con Udine e vittorie con Reno, Alpago, Sondalo, Tarvisium, Lainate e Valsugana sono stati sufficienti per andarci a giocare il giorno dopo un posto dal nono al sedicesimo.
La domenica ci aspettava la pioggia, il freddo e squadre di livello da affrontare.
Un ottimo riscaldamento ci ha portato alla vittoria con il Cossolengo, ottimo inizio ma il meglio doveva ancora arrivare.
Nella pausa prima della partita successiva un thé caldo ha corroborato corpo e mente per affrontare il Petrarca Padova.
Ne è nato un confronto bello e leale, vigoroso ed entusiasmante tanto da riscaldare anche i genitori a bordo campo. Un pareggio per 0 a 0 che vale tantissimo per i nostri ragazzi e per il nostro club al cospetto di chi fa rugby professionistico nel top 12 d’Italia.
Il Rugby Perugia Junior U12 conquista l’undicesimo posto finale a testa alta e i ragazzi e le ragazze vanno a festeggiare scrutando i nuovi orizzonti che si presentano ai loro occhi. Bravi e grazie.

U14: MIGLIORAMENTI IN VISTA

Buona prestazione per i grifoncelli del Rugby Perugia Junior under 14 al torneo Marco Carrabetta di Città di Castello (ottima l’organizzazione, graziata per una volta dal contesto climatico), con un pizzico di rimpianto finale per la mancata conquista del 3° posto, sfuggito per un soffio quando sembrava cosa fatta.
Il girone iniziale prevedeva per i perugini le sfide con i pari età toscani dei Ghibellini (compagine mista di giocatori di Arezzo e Siena) e il derby con il Rugby Perugia. Le tre sfide sono tutte molto equilibrate con il Rugby Perugia Junior che esce vincitore dal girone in virtù del pareggio con i Ghibellini e della vittoria (10-5) con i concittadini. L’equilibrio regna sovrano anche nell’altro girone tanto che al termine degli incontri della mattina i biancorossi sono gli unici ad essere imbattuti.
Nella semifinale contro Grosseto però si presentano le vere difficoltà dal punto di vista fisico. La maggiore prestanza fisica dei toscani unita a qualche errore di trattamento del pallone dei perugini (un paio di calci di spostamento approssimativi) fanno sì che la partita prenda abbastanza presto una piega ben precisa, con la vittoria degli ospiti per 15-0.
Si arriva perciò alla finale per il terzo posto svoltasi nel pomeriggio contro Udine, questa volta due tempi da 10’ (nella mattina il tempo era unico da 12’ senza trasformazioni). La partita è avvincente, malgrado la stanchezza le due squadre si danno battaglia e al primo vantaggio degli umbri (7-0) seguono ben tre marcature dei friulani prima della seconda meta umbra. Si va al riposo sul 12-19, che diventa 12-24 all’inizio del secondo tempo. Quando sembrerebbe tutto deciso, anche a causa della stanchezza, i nostri hanno un sussulto d’orgoglio e con due marcature pressoché consecutive si riportano in parità, con una trasformazione non impossibile da concretizzare a tempo quasi scaduto. Purtroppo all’errore dalla piazzola segue una ricezione del calcio di invio non ottimale e la marcatura dei bianconeri per il 24-31 finale, che significa 4° posto ma la consapevolezza di essere molto vicini agli avversari.
Alla fine premiazione e l’impegno da parte di tutti a far bene nel prossimo impegno, il torneo di casa di domenica 19 maggio.
Rugby Perugia Junior U14: Serafin, Cirimbilli, Frollo, Galeotti, Nucciarelli, Mancini, Straccali, Solntsev, Tinarelli, Mindo, Zuccheri, Sartor, Patumi, Kanezaki, Maestri, Biba, Pencelli, Spadolini.

Di ritorno da Treviso educatori, genitori e giocatori si sono uniti ad un flash mob in autogrill sotto gli occhi increduli di tutti.

E adesso tutti al Torneo Minirugby Città di Perugia di domenica 19 maggio!