LUTTO

Tommaso Goracci ci ha lasciato oggi pomeriggio dopo breve e feroce malattia che lo ha portato con sè dopo pochi mesi dal suo manifestarsi.
Il rugby perugino perde un altro dei suoi pionieri della primissima ora, espressione di quel rugby universitario (era stimato ingegnere) che nel connubio sport e cultura ha da sempre fondato la propria tradizione.
Mai allontanatosi veramente dal nostro mondo, è stato rugbysta fino all’ultimo dei suoi 68 anni se è vero com’è vero che l’ultima sua partita con la squadra Old, di cui era colonna portante e capitano, risale appena al settembre scorso.
Sempre presente al centro della linea tre quarti, la sua prestanza fisica e atletica era ancora invidiata anche dai più giovani, così come l’entusiasmo mai sopito, a dispetto degli anni che passano.
Il Rugby Perugia Junior lo ricorda con infinito affetto anche per il generoso apporto che ha dato al nostro mondo, in particolare al Torneo di maggio per cui ha sempre lavorato con entusiasmo e dedizione e che perde oggi un amico prezioso.
Alla Famiglia Goracci, e in particolare al figlio Andrea, anche egli rugbista biancorosso, la partecipazione dei più sinceri sentimenti di cordoglio da parte di noi tutti.